Chiarimenti sui destinatari del PON

Potranno presentare progetti anche le scuole paritarie relativamente all'avviso "Educazione all’imprenditorialità", entro il 18 maggio 2017.

PON uno degli avvisi disponibili anche per scuole paritarie
Indice degli argomenti

Il MIUR ha iniziato la pubblicazione degli avvisi PON rivolti alle istituzioni scolastiche. Relativamente all’avviso “Educazione all’imprenditorialità” sono stati comunicati dei chiarimenti riguardo ai beneficiari, che includerebbero per la prima volta anche scuole paritarie.

Art.1 – Sono ammesse a partecipare al presente Avviso per il potenziamento dell’educazione all’imprenditorialità le istituzioni scolastiche statali secondarie di secondo grado.

L’Avviso ” Avviso pubblico per orientamento formativo e ri-orientamento”, invece, è rivolto a tutte le istituzioni scolastiche italiane di primo e secondo grado, senza distinzione alcuna. Nell’articolo dedicato ai beneficiari, infatti, non si precisa che l’avviso è destinato alle scuole statale, ma si parla di scuole di primo e secondo grado, per cui comprende sia quelle statali che quelle paritarie. Questo quanto riporta l’articolo 2 dell’Avviso:

Art. 2 – Sono ammesse a partecipare al presente Avviso per la realizzazione di progetti finalizzati all’orientamento scolastico, universitario e lavorativo:

a) le istituzioni scolastiche secondarie di primo grado;
b) le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado (licei, tecnici e professionali).

La possibilità di partecipazione all’avviso, da parte delle scuole paritarie, è stata commentata da Luigi Sepiacci, presidente Aninsei, l’Associazione Nazionale degli Istituti Non Statali di Educazione e di Istruzione, con queste parole: “La Ministra Valeria Fedeli è persona seria e coerente”, cade infatti, per la prima volta, la discriminazione verso le Scuole Paritarie italiane e per la prima volta il Pon per l’Orientamento è finalmente aperto a tutte le scuole, statali e paritarie, secondarie di primo e secondo grado”.

L’avviso individua specifiche aree progettuali per le scuole secondarie di primo grado:

  • incontri di conoscenza della nuova offerta formativa della scuola secondaria di II grado, del mondo del lavoro, delle innovazioni dell’economia, in una dimensione locale, nazionale e internazionale, con particolare attenzione all’innovazione digitale e all’economia sostenibile;
  • laboratori di sviluppo delle vocazioni, di educazione alla scelta e presa di coscienza del sé;
  • realizzazione di laboratori tra gruppi di alunni delle scuole del I e del II ciclo finalizzati a confrontarsi sulle caratteristiche formative e professionali di ogni tipologia di scuola secondaria di II grado secondo un approccio “peer to peer”;

e per le scuole secondarie di secondo grado:

  • laboratori di orientamento presso le diverse facoltà universitarie e presso gli Istituti Tecnici Superiori. In particolare, attivazione di laboratori presso le singole facoltà, guidati dai docenti di scuola secondaria di II grado e dell’Università, finalizzati a fare esperienza diretta del mondo dell’università, dei suoi metodi, delle competenze richieste e degli sbocchi professionali. Il laboratorio può prevedere anche la partecipazione, in modalità peer to peer, di studentesse e di studenti senior per la guida e il sostegno delle attività progettuali;
  • percorsi di conoscenza del mercato del lavoro e delle innovazioni dell’economia, in una dimensione locale, nazionale e internazionale, con particolare attenzione all’innovazione digitale e all’economia sostenibile, al fine di maturare la capacità di operare scelte consapevoli per i percorsi di studio, alternanza scuola-lavoro e sviluppo personale e professionale attraverso il lavoro. I progetti potranno anche comprendere percorsi di
    introduzione alle competenze necessarie nei settori, nelle professioni e nelle carriere;
  • laboratori narrativi centrati su: percorsi orientativi narrativi, utilizzo di metafore narrative e procedimenti autobiografici, utilizzo delle narrazioni nelle varie forme che possono assumere (verbali, visive, musicali, corporee, digitali); condivisione di storie di successo e storie di seconda opportunità.

Le scuole interessate alla partecipazione devono predisporre il progetto secondo le fasi previste all’interno della piattaforma e del sistema informativo, che permetterà la presentazione delle proposte progettuali dalle ore 10.00 del giorno 27 marzo 2017 alle ore 15.00 del giorno 18 maggio 2017.

Fonte: Orizzonte Scuola

Discutine con noi

Commenta l’articolo su Facebook o su Google+.

Condividi questa notizia!